Nicola Orlandino su Onda Rock: esce in anteprima il video di “Ellittica” a cura di Fabio Fiandrini

Grazie a Nicola Orlandino di OndaRock!

A quattro anni dall’uscita di “Qualche grammo di verità”, La Metralli (Meike Clarelli, Marcella Menozzi, Davide Fasulo, Christian Pepe e Cesare Martinelli) stanno per tornare con un nuovo album.

“LANIMANTE” uscirà ufficialmente a settembre. Le loro parole dul disco: “Lanimante è una creatura che ancora vive in noi, ultimo baluardo di umanità, tempo stesso mostruoso e meraviglioso. Creatura in via d’estinzione che urla e sbeffeggia coloro che ubbidiscono ai “signori”, che vincono perdendo la propria umanità, coloro che non sentono più. Ne’ uomo ne’ donna, Lanimante è un animale umano di provenienza ignota, un viaggiatore senza patria e senza tempo.Questo ultimo disco, a differenza dei nostri lavori precedenti, porta in sé una voce meno intimista, più universale. Una voce si tinge di rabbia, di passione, di ironia”. Abbiamo il piacere di presentare in anteprima il video del primo singolo “Ellittica”. La regia è a cura di Fabio Fiandrini.

 

[Leggi l’articolo originale e guarda il video qui]

 

 

L’ultima recensione di “Qualche grammo di gravità”

Qualche grammo di gravità è un disco in cui prevalgono toni acustici e colori tenui, un lavoro che fa della leggerezza uno dei suoi tratti distintivi. Merito di arrangiamenti che mettono in risalto le grandi doti vocali della cantante e quelle tecniche dei musicisti, che senza esibirsi in inutili e sterili virtuosismi, rendono La Metralli una band che sfugge a qualunque catalogazione in generi musicali. Un talento da seguire con attenzione.

[Leggi l’articolo originale]

Visti la prima volta dal vivo al Premio Ciampi 2012, invitati a ritirare il Premio come vincitori dell’omonimo Concorso Nazionale, furono subito una vera sorpresa. Una voce splendida, quella di Meike Clarelli, capace di volare alto e toccare corde profonde, con una capacità di interpretazione notevole, sostenuta da musicisti tecnicamente perfetti ma non freddi nell’esecuzione, ne fecero uno dei momenti più interessanti di quell’edizione. Continue reading →